Il diritto naturale di essere sé stessi. Formarsi con Lorna Smith Benjamin.

Le separazioni disfunzionali nella letteratura contemporanea.
Terapia familiare ultramoderna. Intervista a Juan Luis Linares.
La notte stellata. Rivista di psicologia e psicoterapia n° 1/2018 – LA PROPOSTA – pag 8-28

Il diritto naturale di essere sé stessi. Formarsi con Lorna Smith Benjamin.

di Cristina Lanzarone*


Gli studi di ricerca più recenti stabiliscono che un adulto su dieci nella popolazione generale, e oltre la metà di quelli sotto cura, soffre di un disturbo della personalità.
Sembra allora indispensabile e utile una formazione specifica e più approfondita nei corsi di specializzazione di cornice sistemico-relazionale.
Le riflessioni sui due processi motivazionali primari, come il bisogno di attaccarsi e il bisogno di sicurezza, l’importanza data al contesto e alla famiglia come organizzatore della personalità, la rilevanza data alle persone importanti e alle loro rappresentazioni interiorizzate, sembrano la cerniera ideale tra l’attuale modello sistemico individuale e il modello di Lorna Benjamin. Infine la sua SASB rappresenta un validissimo strumento per costruire una diagnosi, una posizione “utile” del terapeuta e un efficace progetto terapeutico di intervento.
Nell’articolo si approfondisce come la “lezione” di Lorna Benjamin può dare una mano fondamentale a tutti i terapeuti, in particolare, sul loro modo di essere, stare e intervenire con i pazienti più gravi e resistenti.

 

Scarica la versione completa dell’articolo



The latest research studies state that one in ten adults in the general population, and more than half of treated care, suffer from a personality disorder.
It therefore seems indispensable and useful having a specific and more detailed training in the specialization courses of a systemic-relational framework.
Reflections on the two primary motivational processes, such as the need to attach oneself and the need for security, the importance given to the context and to the family as an organizer of the personality, the importance given to important people and their internalized representations they seem to be the ideal link between the current individual systemic model and the Lorna Benjamin’s model.
Finally, its SASB represents a very valid tool for building a diagnosis, an “useful” position of the therapist and an effective therapeutic intervention project.
The article explores how the “lesson” of Lorna Benjamin can give a fundamental hand to all the therapists, in particular, about their way of being, being near and intervening with the most serious and resistant patients.



Note
*Dott.ssa Cristina Lanzarone, Psicologa e Psicoterapeuta Sistemico Relazionale. Didatta del Centro Studi Relazionale Mediterraneo di Palermo (CSRM) – Didatta del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale di Roma (CSTFR).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA