La notte stellata, una finestra che si apre sull’universo della psiche

Le infanzie infelici. Intervista a Luigi Cancrini.
IL GIOCATORE DI SCACCHI
Rivista “La notte stellata” n°1/ 2017 –  EDITORIALE- pag II-VI

La notte stellata, una finestra che si apre sull’universo della psiche 

di Francesco Colacicco


Dopo il successo dell’anticipazione di aprile eccoci al primo numero della rivista, nel quale troverete sotto forma di inserto anche la precedente pubblicazione. In ogni rubrica troverete sia i nuovi articoli che il materiale pubblicato sei mesi fa ed ora immesso nell’archivio della rivista.
Abbiamo messo a punto il portale, migliorata l’impaginazione e strutturato l’archivio, al fine di rendere il prodotto più facilmente fruibile. Questo è stato possibile anche grazie alla partecipazione dei nostri lettori, dei consigli e dei suggerimenti che ci sono pervenuti. Questa è la testimonianza migliore della forza interattiva dei mezzi di comunicazione che abbiamo scelto per diffondere La notte stellata: migliaia di lettori hanno già visitato il nostro portale, preso visione del materiale pubblicato e letti e scaricati i nostri articoli.
Anche attraverso questa prima rivisitazione del portale la rivista La notte stellata mette in mostra i suoi tratti di personalità, il proprio carattere. Ciò che è e ciò che vuole essere.
Presso il nostro Istituto abbiamo appena concluso un bel corso sulla valutazione e sul trattamento dei disturbi di personalità e, prima di entrare nel merito sui metodi di valutazione e sulle modalità di intervento, ci siamo brevemente soffermati sui concetti di persona e personalità. Abbiamo affermato come la musica, proprio come la scultura, la danza, la fotografia, la pittura, una rappresentazione teatrale o un romanzo, sia in grado di esprimere e di definire

Scarica la versione completa dell’articolo



Note

[*] Francesco Colacicco: didatta del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale, Direttore Istituto Dedalus di Roma, Scuola di specializzazione in psicoterapia sistemico e relazionale, nonché direttore scientifico di questa rivista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA