Enza Polito: Un mondo nel cuore.
Casa vista Ilva.
La notte stellata. Rivista di psicologia e psicoterapia n° 2/2018 – ARTE E PSICHE – pag 109-113

Fuori tutti, fino all’ultimo.

La lunga cavalcata di Marco Cavallo.

di Romina Mazzei*


Il 13 maggio del 1978 viene emanata la Legge 180. Conosciuta anche come Legge Basaglia, che portò alla chiusura delle istituzioni manicomiali, restituendo ai pazienti psichiatrici la loro umanità.
Probabilmente, coloro che condussero alla realizzazione di questa rivoluzione ideologica furono considerati anch’essi dei pazzi. Sicuramente furono dei grandi sognatori. Cercarono di concretizzare i loro ideali di libertà e integrazione rendendoli visibili al mondo, abbattendo le recinzioni nel tentativo di superare gli stereotipi legati alla malattia.
Uno dei simboli di questa rivoluzione è Marco Cavallo, il cui nome è stato ispirato dal cavallo che trasportava la biancheria nell’ospedale psichiatrico di Trieste. Ormai vecchio e pronto al macello, fu riscattato dagli internati dello stesso ospedale, che si ripromisero di averne cura per gli ultimi anni della sua vita.

 

Scarica la versione completa dell’articolo



Note
*Dott.ssa Romina Mazzei, Psicologa, allieva Istituto Dedalus

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA