Con l’emergenza non fissi un appuntamento

Recensione di “Nessuno escluso”
Così come alloro
Rivista “La notte stellata” n°1/ 2017 – LA PROPOSTA – pag 8-15

Con l’emergenza non fissi un appuntamento

di Arianna Razzani [*] 


La psicologia dell’emergenza è una disciplina che solo negli ultimi decenni è stata riconosciuta nella sua validità. Il suo compito è molto complesso in quanto va a gestire uno scenario straordinario ed eccezionale come quello conseguente ad un evento catastrofico. In questo contesto lo psicologo diventa un vero e proprio soccorritore che abbandona il suo setting strutturato e in questi scenari non mette al centro dell’attenzione una patologia da curare, ma una normalità da preservare e valorizzare anche in situazioni estreme. Spesso la vicinanza umana, l’empatia, il calore umano, possono svolgere un ruolo decisivo, altre volte palliativo ma pur sempre positivo nell’affrontare emotivamente determinate situazioni. Nelle righe che seguono viene riportata un’esperienza relativa alla tragedia dell’hotel “Rigopiano” in Abruzzo in cui alcune associazioni di psicologi dell’emergenza hanno prestato il loro servizio.

Scarica la versione completa dell’articolo



Emergency psychology is a discipline that only in recent decades has been recognized in its validity. Its task is complex as it handles an exceptional scenario like that resulting from a catastrophic event. In this context, the psychologist becomes a real rescuer who abandons his structured setting. In these situations does not focus attention on a pathology to be cured, but works on a normality to be preserved and valued even in extreme situations. Proximity, human warmth, empathy can play a decisive role in dealing emotionally with certain situations. The following text describes an experience related to the tragedy of the hotel “Rigopiano” in Abruzzo, where some associations of emergency psychologists have lent their service.



Note
[*] Arianna Razzani: psicologa, specializzanda in psicoterapia sistemico-relazionale IPRA, Istituto di Psicologia Relazionale Abruzzese Maria Grazia Cancrini, Pescara.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA