L’unità della psicoterapia. Intervista a Luigi Cancrini.

La terapia familiare, clinica, ricerca e formazione tra Roma e Milano.
We shall overcome.
La notte stellata. Rivista di psicologia e psicoterapia n° 1/2020 – DIALOGHI – pag 2-3

L’unità della psicoterapia. Intervista a Luigi Cancrini.

A cura di Paola Ricca*
Riprese e montaggio Igor Siciliano**, Andrea Ferrazza***


Abstract
Il dialogo con il Prof. Luigi Cancrini è incentrato sul concetto di unità della psicoterapia, tema che è stato al centro del Congresso del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale tenutosi a Torino il 25 e 26 ottobre 2019, in cui esponenti del mondo clinico ed accademico di diversa estrazione si sono confrontati sulla necessità di un discorso comune sulla psicoterapia.
Come sottolinea Cancrini, non esistono “le” psicoterapie, ma “la” psicoterapia, in quanto lavoro sulla storia della persona e sulle relazioni fra le persone, che si declina poi in diversi orientamenti.
La qualità della relazione terapeutica, più di qualunque tecnica, è infatti l’elemento comune più importante nel lavoro di cura, così come l’obiettivo del lavoro psicoterapeutico può essere individuato nel recuperare i precedenti della storia per lavorare sul futuro, sviluppando le potenzialità della persona o dei sistemi di persone.
Molto suggestiva l’esortazione, destinata ai giovani psicoterapeuti ma non solo, sulla necessità di riportare il lavoro che facciamo in terapia all’intero fluire della vita, mostrando interesse e curiosità verso le opere dei grandi autori della letteratura, del teatro, dell’opera lirica, che in varie forme sono anch’essi “esperti” di storie e che hanno trattato, ognuno con la propria arte, i grandi temi della vita.
Con questa forma di apertura mentale verso altri approcci e verso altre forme di studio delle cose della vita, vi invitiamo a seguire il dialogo con Luigi Cancrini.

Abstract
The unit of Psychotherapy. The dialogue with Prof. Luigi Cancrini focuses on the concept the unity in psychotherapy, a theme that was at the center of the Congress of the Center for Family and Relational Therapy Studies, held in Turin on 25 and 26 October 2019, in which exponents of the clinical world and academics from different backgrounds discussed about the necessity of a shared goal on psychotherapy. As Cancrini points out, “psychotherapies” do not exist, but “psychotherapy” exists, as it works on the history of the person and on the relationships between people, which then declines in different orientations. The quality of the therapeutic relationship, more than any technique, is in fact the most important common element in the care work as well as the objective of the psychotherapeutic work can be identified in rediscover the precedents work of the history to work on the future, developing the potential of the person or systems of people. The exhortation, intended for young psychotherapists but not only for them, about the necessity to bring back the work we do in therapy to the whole life, is very suggestive, showing interest and curiosity towards the works of the great authors of literature, theater, opera opera, which in various forms are also “experts” of stories and who have treated, each with their own art, the great themes of life. With this form of openness towards other approaches and towards other forms of study of the things of life, we invite you to follow the dialogue with Luigi Cancrini.

Scarica la versione completa dell’articolo



Note
*Dott.ssa Paola Ricca, Psicologa e Psicoterapeuta.

Riprese e montaggio:
**Igor Siciliano, Psicologo e Psicoterapeuta di formazione sistemico-relazionale, allievo didatta dell’Istituto Dedalus.
***Andrea Ferrazza, Psicologo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA