Zerocalcare.Da Rebibbia a “Strappare lungo i bordi”.

Antropologia sociale e storia delle religioni al servizio dell’Egittologia.
Gilmore Girls, l’incubo di Minuchin.

La notte stellata. Rivista di psicologia e psicoterapia n° 1/2022- ARTE E PSICHE – pag. 89-98

Zerocalcare. Da Rebibbia a “Strappare lungo i bordi”.

di Romina Mazzei*

 

Ascolta il podcast Letto da Fabrizio Musillo 

Abstract
Michele Rech, alias Zerocalcare, autore del fumetto “Niente di nuovo sul fronte di Rebibbia” e della serie animata “Strappare lungo i bordi”, si avvicina a noi facendoci immergere nel suo modo di leggere la realtà, nel suo modo di pensare e di vivere le relazioni.

L’autore ha sempre utilizzato il fumetto come mezzo per trattare questioni attuali, l’era del Covid, la guerra e altri temi di rilievo per il nostro Paese. Con la serie “Strappare lungo i bordi” si è addentrato nel racconto di una vita e delle fasi che la caratterizzano, l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta insieme a tutte le sfide che comportano. L’abile utilizzo della narrazione e il flusso di coscienza del protagonista hanno catturato l’attenzione di migliaia di spettatori, catapultandoli in un viaggio tra l’interno, la sua coscienza, e l’esterno, le amicizie, la famiglia e i vincoli del contesto, nel tentativo di “strappare” il foglio della vita nel modo giusto.

 

Abstract
Michele Rech, akaZerocalcare, author of the comic “Niente di nuovo sul fronte di Rebibbia” and of the animated series “Strappare lungo i bordi”, approaches us by letting immerse ourselves in his way of reading reality, in his way of thinking and live relationships.

The author has always used comics as a means of dealing with current issues, the era of Covid, war and other important mattersfor our country. With the series “Strappare lungo i bordi” he spoke aboutthe story of a life and the phases that characterize it, childhood, adolescence and adulthood,together with all the challenges that these involve. The skilled use of narration and the flow of consciousness of the protagonist have captured the attention of thousands of spectators, catapulting them on a journey between the inside, his conscience, and the outside, friendships, family and the constraints of the context, in an attempt to “tear” the sheet of life in the right way.

 

Scarica la versione completa dell’articolo


 


Note
*Romina Mazzei, Psicologa, Psicoterapeuta sistemico-relazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA