Recensione del libro di Luigi Onnis “Teatri di famiglia”. La parola e la scena in terapia familiare.

Recensione di “L’arcobaleno sul ruscello” di Eugenio Borgna. Tutti i luoghi in cui si nasconde la speranza.
Recensione della mostra “van Gogh The immersive experience”. L’idea della morte può salvarci la vita.
La notte stellata. Rivista di psicologia e psicoterapia n° 1/2018 – RECENSIONI – pag 123-127

Recensione del libro di Luigi Onnis “Teatri di famiglia”. La parola e la scena in terapia familiare.

di Raffaella Schiavone


“C’era tutto un discorso
in quel silenzio,
tutto un parlare in ogni muto gesto.”
William Shakespeare

 

Il 2 febbraio 2018 nella sala Carducci del Centro Congressi Roma Eventi Fontana di Trevi, a piazza della Pilotta, è stato presentato il libro postumo del Prof. Luigi Onnis “Teatri di Famiglia. La parola e la scena in terapia familiare”.
All’incontro sono intervenuti il Prof. Rodolfo De Bernard (Presidente dell’EFTA), il Prof. Luigi Cancrini (Presidente del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale), il Dr. Walther Galluzzo (Direttore di IEFCoSTRe), il Prof. Marco Vannotti (Facoltà di Medicina di Losanna), il Dr. Marco Bernardini (Coordinatore di IEFCoSTRe Sassari), coordinati dal Dr. Maurizio Coletti (Presidente di IEFCoS), in presenza di un pubblico di specialisti del settore.
Tutti coloro che hanno partecipato alla presentazione del libro sono stati legati al Prof. Onnis da un lungo rapporto di collaborazione e di condivisione professionale, permeato da profonda stima, eppure l’aspetto che risultava in risalto era la qualità affettiva del legame che aveva caratterizzato le loro relazioni professionali.
Come un profumo che, appena spruzzato permea gradualmente tutto l’ambiente così le emozioni evocate dai brevi racconti di vita vissuta si sono “diffuse” nella sala, creando un clima di commozione e rendendo partecipi, coloro che non l’avevano conosciuto così da vicino, delle eccezionali doti di sensibilità ed empatia e della grande passione che hanno inspirato tutta la sua attività clinica e le riflessioni teoriche.

 

Scarica la versione completa dell’articolo




 

© RIPRODUZIONE RISERVATA