La terapia con la coppia. Intervista a Luigi Cancrini.
La notte stellata. Rivista di psicologia e psicoterapia n° 2/2021 – DIALOGHI – pag II- VIII

Non venire a molestarmi anche tu.

di Francesco Colacicco*


Il secondo numero del 2021 è aperto da Luigi Cancrini, intervistato da Paola Ricca sulle coppie, sul lavoro psicoterapico con le coppie. Poiché il disagio psichico si esprime soprattutto attraverso le condotte relazionali e soprattutto a causa delle trasformazioni del sistema familiare, il rapporto di coppia è il più potente organizzatore e disorganizzatore degli affetti.
Oggi le responsabilità dei singoli partner sull’esito del rapporto sono maggiori che nel passato. Il “successo” del “miracolo” di uno scambio ugualitario dipende sempre più dall’ “amore individuale”, inteso come “amore oggettuale” (di chi sa riconoscere e tollerare la diversità dell’altro e la reciprocità dei bisogni) e non come “amore narcisistico” (di chi cerca nell’altro la sua immagine). Il risultato dipende dalla maturità relazionale della coppia.
Oggi i partner restano insieme per ragioni “interne” alla coppia, più intime. Si tratta forse di legami più fragili ma più “genuini” e molto probabilmente non più infelici di quelli del passato. I nostri problemi psicologici sono gli stessi: paura dell’altro, angosce di dipendenza e solitudine, ricerca della distanza di sicurezza nel rapporto (oscillazione tra ansie claustrofobiche e agorafobiche).

Scarica la versione completa dell’articolo 
oppure senti il Podcast



Note
*Francesco Colacicco, Direttore dell’Istituto Dedalus di Roma, Scuola di specializzazione in
psicoterapia sistemico e relazionale, didatta del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale nonché direttore scientifico di questa rivista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA