Risposta EFTA alla pandemia mondiale di Covid-19.
Qualche osservazione dalla quarantena milanese.
La notte stellata. Rivista di psicologia e psicoterapia n° 1/2020 – LA PROPOSTA-SPECIALE COVID 19 – pag 59-63

Questo è il tempo della cura, non dell’odio. Da La Repubblica, 29 Marzo 2020.

Intervista a Luigi Cancrini di Simonetta Fiori


“Questo è il tempo della cura, non dell’odio. Un tempo di ascolto e di dolore condiviso che fa bene a tutti, anche ai miei pazienti che coltivano dentro di sé le più terribili delle fantasie”.
La pandemia attraverso la lente del professor Luigi Cancrini, uno dei più grandi psichiatri italiani, è un’occasione di rigenerazione, “un’opportunità per scoprire vicinanza e solidarietà, ossia le risorse più importanti per vivere meglio”. Ottantuno anni, un lungo lavoro al fianco di Franco Basaglia, negli anni Settanta ha fondato il Centro studi di terapia famigliare e relazionale che considera la sua casa professionale. Professor Cancrini, stiamo sperimentando la solitudine, la paura, i morti, il dolore, la sospensione della libertà. Molti hanno accostato il disagio di oggi all’esperienza di una guerra.
“Io ho una memoria molto viva dei bombardamenti del 1943. Abitavamo vicino a San Lorenzo, il quartiere romano raso al suolo dagli angloamericani, e ricordo molto bene il terrore, il rumore assordante degli aerei, la fuga nelle cantine. Ma si tratta di esperienze molto diverse”.
 

Scarica la versione completa dell’articolo
( l’abstract è uguale a tutti gli articoli della propsta Covid 19 per ogni singolo articolo scorrere il pdf di 3 pagine)



Note
*Dott. Luigi Cancrini, Psichiatra e Psicoterapeuta, Presidente del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA