Terapia familiare ultramoderna. Intervista a Juan Luis Linares.

Il diritto naturale di essere sé stessi. Formarsi con Lorna Smith Benjamin.
A 20 anni dalla pubblicazione di “Date parole al dolore”. Intervista a Luigi Cancrini.
La notte stellata. Rivista di psicologia e psicoterapia n° 1/2018 – L’INTERVISTA – pag 5-6 

Terapia familiare ultramoderna. Intervista a Juan Luis Linares.

a cura di Massimo Pelli*
Riprese e montaggio Igor Siciliano**, Andrea Ferrazza***


Intervista a Juan Luis Linares.



La redazione

In occasione della presentazione del libro “Terapia Familiare Ultramoderna – L’intelligenza terapeutica” ( Ed. Franco Angeli 2017) e del seminario organizzato a Roma, a fine Novembre, abbiamo intervistato Juan Luis Linares per approfondire alcuni temi del libro e del seminario che appaiono centrali dalla prospettiva con cui Juan Luis ha voluto rivisitare sia la storia che le conquiste dell’approccio sistemico, sia tentare una lettura sistemica e relazionale dei disturbi di personalità e della psicopatologia.
A partire dal titolo “provocatorio” Terapia familiare ultramoderna , che non vuole essere una bandiera per impossessarsi di nuovi territori , ma piuttosto recuperare tutto ciò che di buono la visione sistemica ha seminato nel tempo .
Il recupero del ruolo di esperto del terapeuta e di responsabile del progetto terapeutico, il recupero di una causalità lineare, anche se inserita in un modello circolare, il superamento della dicotomia tra diagnosi intrapsichica e diagnosi relazionale, e quindi il tentativo di dare un taglio esplicativo di natura relazionale alla costruzione della personalità e all’emergenza psicopatologica sono i punti di forza del libro e dell’esperienza che Linares è venuto a raccontarci.

 

Scarica la versione completa dell’articolo


Following the presentation of the book “Terapia familiare ultramoderna : l’intelligenza terapeutica ” and the workshop organized in Rome at the end of November 2017 , we have interviewed Juan Luis Linares to examine in depth some topics that are central from the perspective that Linares used to revise the history and the conquests of systemic approach, in an original way , and to build a relational and systemic hypothesis for personality disorders and psychopathology .
Starting from the “provocation” of title that is not a flag to gain new lands, but a way to save all the best ideas that systemic approach has spread in the decades.
Resuming the expertise of the role of therapist, responsible of therapeutic strategies as well, resuming the linear causality , even if in a circular model, overcoming the dichotomy between the biological and relational diagnosis ,and at the end giving an explanation from a relational point of view about the development of personality and the psychopathological emergency as well, they seem to be the strength points of the experience that Linares has shared with us.

 


*Dott. Massimo Pelli, Psichiatra, Psicoterapeuta, Didatta del Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale di Roma.
Riprese e montaggio:
**Igor Siciliano, Psicologo e Psicoterapeuta, allievo-didatta dell’Istituto Dedalus.
***Andrea Ferrazza, specializzando dell’Istituto Dedalus

© RIPRODUZIONE RISERVATA